testata per la stampa della pagina
condividi

 
 

Richiesta contributo per danni subiti eventi calamitosi tra il 2013-2015

 
 
logo
 
 
 

PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AI SOGGETTI PRIVATI PER I DANNI OCCORSI AL PATRIMONIO EDILIZIO ABITATIVO ED AI BENI MOBILI IVI UBICATI IN CONSEGUENZA DEGLI EVENTI PER CUI SI E' COMPLETATA LA RICOGNIZIONE DEI FABBISOGNI (SCHEDA B).

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2016, pubblicata in G.U. il 6 agosto 2016, sono state definite le procedure per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato a seguito delle calamità naturali che si sono verificate tra il 2013 e il 2015 sul territorio della Regione Toscana, per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza e completata la ricognizione dei fabbisogni.

Gli eventi oggetto dell'ordinanza, relativi al Comune di Pescia sono:

  • MARZO 2013 
  • DAL I° GENNAIO ALL'11 FEBBRAIO 2014
  • IL 20/21/24 OTTOBRE 2013
  • IL 19 E 20 SETTEMBRE 2014
 

Nell' OCDPC 383 d el 16/08/2016 (pubblicata nel Gazzetta Ufficiale n.195 del 20/08/2016) sono definiti i criteri per la determinazione e la concessione dei contributi ed è allegata la documentazione necessaria per presentare domanda.
Tale documentazione è scaricabile anche sul sito:

www.regione.toscana.it/protezionecivile o Protezione Civile Nazionale (Ordinanza e allegati)  .

Termine entro il quale presentare la domanda è il 30 settembre 2016

I moduli di cui sopra potranno venir recapitati mediante posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo comune.pescia@legalmail.it oppure consegnate presso l'Ufficio Relazione con il Pubblico o al protocollo del Comune.

Per eventuali ulteriori informazioni sarà possibile contattare direttamente il personale dell'Ufficio di "Protezione Civile" del Comune di Pescia:
e-mail: pesciaemergenza@comune.pescia.pt.it-
telefono in orario di ufficio, al numero 0572 492337.

 

 

Si raccomanda un'attenta lettura dell' OCDPC n.383 del 16/08/2016 al fine di verificare l'esistenza dei requisiti per la presentazione della domanda.
Si precisa che la Regione Toscana ha predisposto un vademecum per i privati ( link Regione Toscana ) ed attivato una e-mail per domande e questioni alluvioni.privati@regione.toscana.it .

 
 
 
 

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO