testata per la stampa della pagina
condividi

Scultori in Cava a Vellano

III Simposio internazionale di scultura: 22 luglio / 5 agosto 2018

 
 

E' in pieno svolgimento l'attività del terzo Simposio Internazionale di scultura di Vellano, che è partito il 22 luglio e si concluderà il prossimo 5 agosto.

La manifestazione, in costante crescita sotto il profilo artistico e culturale, propone scultori di diverse nazionalità (Iran, Giappone, Usa, Austria e ovviamente Italia) che si confrontano con pietre informi estratte nella stessa cava, unica ancora attiva nel territorio provinciale per la famosa pietra serena.

Una proposta affascinante dell'ideatore e direttore artistico Silvio Viola che ha trovato la piena e convinta collaborazione dei proprietari della cava Germano e Marco Nardini, che hanno ringraziato pubblicamente tutti quelli che li hanno aiutati, gli artisti e il circolo Arci di Vellano, oltre al comune di Pescia.

L'amministrazione comunale di Pescia è infatti vicina a questa operazione anche culturale e di recupero dei mestieri tradizionali, come quello dello scalpellino che per secoli ha impegnato più generazioni nella valle delle dieci Castella, la Valleriana nell'intero territorio comunale di Pescia .

Dopo la visita dell'assessore alla montagna pesciatina Fabio Bellandi, che ha salutato i vari artisti all'opera e gli organizzatori, anche il sindaco Oreste Giurlani, nella giornata di oggi (sabato 28 luglio) ha voluto portare il suo saluto e confermare l'appoggio del comune di Pescia a questa bellissima iniziativa.

"Invitiamo tutti i cittadini , non solo gli amanti dell'arte, a vedere gli scultori all'opera - dicono Bellandi e Giurlani- e ammirare le loro opere e i loro messaggi. L'ingresso è libero ogni giorno dalle 10 alle 19 e crediamo valga davvero la pena di andare a Vellano per immergersi in questa eccezionale realtà".




Per il III Simposio Internazionale di Scultura, la Cava Nardini di Vellano, grazie agli organizzatori Silvio Viola - scultore - e al titolare della cava Marco Nardini, vedrà all'opera otto artisti provenienti da tre continenti: Asia, America, Europa. Il rilevante successo delle prime due edizioni, nel 2016 quella dedicata al burattino collodiano Pinocchio e l'altra, del 2017, che ha reso omaggio a Pistoia Capitale Italiana della Cultura, ha fatto sì che la manifestazione sia divenuta un punto di riferimento importante per gli artisti di ogni parte del mondo in quanto, espressione dei valori fondamentali della scultura contemporanea e riqualificazione culturale di un materiale "popolare" come la pietra serena.
Lo scopo degli organizzatori è chiaro: evidenziare come le peculiarità dell'esperienza scultorea "globalizzata" accomuni autori di nazioni diverse come l'Iran, gli Stati Uniti, il Giappone, l'Austria, quanto il nord e il sud dell'Italia.

La cultura delle arti visive, da qualche tempo, è attiva su due fronti: internazionalismo e localismo. La circolazione degli stili, evolutisi dalle avanguardie storiche, si è arricchita di peculiarità linguistico-espressive facendo sì che uno stile "universale" si diffondesse a macchia d'olio in ogni dove. Al contempo però, l'esperienza degli autori "resilienti", le cui opere sono la manifestazione esplicita del valore identitario dei luoghi di appartenenza ha, in certo qual modo, contribuito a mitigare l'omogeneità dell'internazionalismo linguistico e così, le peculiarità etniche delle culture si sono insinuate fino a far emergere elementi di contaminazione. Caratteristiche queste, che sono state in grado di qualificare l'autonomia delle singole esperienze, caratterizzandole di una nuova vitalità estetica e problematica.
A questo hanno mirato Silvio e Marco, nel tentativo di distinguere la manifestazione "Scultori in Cava" dalle numerose, ovunque in atto nel mondo, perché consapevoli che era necessario "fare il punto" della situazione riguardante il produrre scultura oggi; quindi, per loro, il fine è di promuovere un evento artistico che funga da "manifesto" programmatico.
Gli artisti invitati per l'occasione, con il loro contributo creativo, renderanno esplicito il significato del Simposio e, al contempo, l'accreditato supporto artistico servirà a dare un nuovo impulso per l'ulteriore qualificazione dell'evento Scultori in Cava a Vellano.

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DALLE ORE 10,00 ALLE ORE 19,00.


(Presentazione di Siliano Simoncini)




 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO