testata per la stampa della pagina
condividi

Selezione pubblica posto vacante di Dirigente Servizio Affari Generali cat D

REQUISITI RICHIESTI
I partecipanti alla selezione dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:
1) Cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti alla Unione Europea e per i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Per i cittadini di paesi terzi, è necessario che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (art. 38, D. Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.).
2) Età non inferiore agli anni 18.
3) Idoneità psicofisica all'impiego.
4) Godimento dei diritti civili e politici.
5) Assenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, la costituzione di un rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione.
6) Non essere stati destituiti o dispensati o dichiarati decaduti dall'impiego presso pubbliche amministrazioni.
7) Titolo di studio: Diploma di Laurea Magistrale di cui al D.M. 16 marzo 2007 e successive modificazioni e integrazioni, ovvero Laurea secondo il previgente ordinamento di cui all'art.1 della L.19/11/1990 n.341, in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e commercio o equipollenti. Le equipollenze sono indicate negli allegati ai due Decreti Ministeriali del 9 luglio 2009 recanti rispettivamente "Equiparazione tra lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche e lauree magistrali" e "Equiparazione tra classi delle lauree DM 509 e classi delle lauree DM 270"- Per i titoli conseguiti all'estero è richiesto il possesso entro il termine di scadenza del presente avviso dell'apposito provvedimento di equiparazione da parte delle autorità competenti.
8) Esperienze professionali:
Oltre al possesso del titolo di studio come sopra specificato, potranno partecipare esclusivamente i soggetti che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio di ruolo nella categoria D o equivalenti, in enti o strutture pubbliche ricomprese nel campo di applicazione dell'art. 1 comma 2 del D.Lgs. 165/2001;
9) Non trovarsi nelle condizioni di inconferibilità e incompatibilità dell'incarico dirigenziale di cui al D. lg.vo n. 39/2013
Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza indicata per la presentazione delle domande.
L'Amministrazione può disporre in ogni momento, con motivato provvedimento, l'esclusione dalla procedura medesima per difetto dei requisiti. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando. La mancanza anche di uno solo dei requisiti stessi, comporterà l'esclusione dalla selezione.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E COLLOQUIO
Verrà effettuata una preliminare valutazione tecnica dei requisiti soggettivi, da parte del Segretario generale a seguito di analisi del curriculum e dei titoli posseduti.
Ai titoli è assegnato un punteggio fino a 15 così ripartiti:
-Titoli di studio o professionali: fino a 5 punti
-Esperienza professionale maturata: fino a 10 punti
- Non verrà valutato il titolo di studio minimo richiesto per la partecipazione alla selezione
Alla valutazione dei titoli e all'assegnazione dei relativi punteggi si deve procedere prima dello svolgimento del colloquio.
Il segretario Generale predisporrà una rosa dei candidati ritenuti idonei allo svolgimento delle funzioni previste e, insieme all'istruttoria documentale, la trasmette al Sindaco, che sottoporrà i candidati ad un colloquio finalizzato ad approfondire la verifica del possesso delle specifiche professionalità e della comprovata esperienza pluriennale nelle materie oggetto dell'incarico, nonché ad accertare i requisiti attitudinali e motivazionali, con riferimento ai contenuti della posizione ricercata.
Il Sindaco procederà alla scelta del candidato da incaricare sensi dell'art. 110, comma 1, D.lgs. 267/2000. Il Sindaco sceglierà il candidato da assumere fra i soggetti inclusi nella rosa predisposta dal Segretario Generale.
I candidati verranno convocati a sostenere il colloquio mediante comunicazione scritta, trasmessa via mail all'indirizzo indicato nella domanda di partecipazione alla procedura di selezione, ove presente.
Al termine dei colloqui verrà comunicato l'esito della selezione, che sarà pubblicato all'albo pretorio e sul sito istituzionale del Comune.
I candidati che non si presenteranno al colloquio nel giorno ed ora fissati, verranno considerati rinunciatari.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO