testata per la stampa della pagina
condividi

 

Museo della Carta Attività e territorio

 
museo della carta

Un polo culturale collocato nel verde di una valle conosciuta come Svizzera Pesciatina: il Museo della Carta è il punto di forza del progetto di candidatura del territorio a patrimonio UNESCO.
Tra i primi borghi dell'area a dar vita alla tradizione della lavorazione della carta, Pietrabuona ha trovato nel fiume Pescia la risorsa fondamentale per sei secoli di crescita e sviluppo.
Dalla consapevolezza di questi valori storici e ambientali è nata la collaborazione del Museo con le istituzioni locali. Insieme al Distretto Cartario di Capannori, il comune di Pescia, il comune di Villa Basilica, la Provincia di Pistoia e la Provincia di Lucca nasce il progetto La Via della Carta in Toscana: realtà produttive, musei, iniziative formative e culturali, in un sistema che integra
turismo e cultura.
Il Museo della Carta di Pescia
propone laboratori rivolti a studenti e appassionati di ogni età, per imparare le tecniche, i gesti e i movimenti precisi e cadenzati che danno vita alla carta, un foglio alla volta, secondo l'antico metodo della produzione"a mano".
Due i percorsi didattici studiati in collaborazione con la Cooperativa Artarte.
Viaggio nella storia della carta
Il laboratorio è organizzato in due fasi distinte.
Nella prima si percorre la storia della carta fino a toccare temi contemporanei come la protezione dell'ambiente. Nella seconda viene illustrato l'antico processo di lavorazione grazie a modelli in scala perfettamente funzionanti.
Mastri Cartai
Nel laboratorio gli studenti ripercorrono tutte le fasi dell'antica tecnica di realizzazione di un foglio di carta.
Al termine del laboratorio ogni partecipante riceve il foglio lavorato a mano che ha realizzato.

 
 

Vecchi macchinari

 
magliopressa
 
 
spanditoiotino
 
 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO