testata per la stampa della pagina
condividi

 

Acconto IMU 2020

 

PROROGA SCADENZA PAGAMENTO 1° RATA IMU 2020

In ragione della grave crisi economica determinata dalla pandemia COVID-19 il Comune di Pescia, nella seduta Consiliare del 9 giugno 2020, ha disposto il differimento al 30.09.2020 del termine di scadenza della 1° rata IMU.


Per i fabbricati produttivi appartenenti alla categoria Catastale "D", il differimento opera per la sola quota di competenza comunale, restando fissata al 16.06.2020 la scadenza per il pagamento 1° rata in favore dello Stato.

 
 

INFORMAZIONI IMU 2020

La legge n. 160 del 27/12/2019 ha introdotto a decorrere dal 1 gennaio 2020 la nuova IMU.

Il versamento della rata di acconto per l'anno 2020 deve essere effettuato entro il 16 giugno 2020 in misura pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI per l'anno 2019, come previsto dal comma 762 della legge 160/2019.

Il versamento della rata a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno andrà eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote risultanti dalla delibera di approvazione delle aliquote, pubblicata ai sensi del comma 767 nel sito internet del Dipartimento delle  finanze del Ministero dell'Economia e delle finanze, alla data del 28 ottobre di ciascun anno.


Il termine per l'approvazione delle aliquote è stato prorogato, a norma dell'art. 138 del D.L.34/2020, al 31/07/2020.
 

 

ESONERO VERSAMENTO ACCONTO IMU 2020 (Art.177 del D.L. 34/2020)

 
 
In considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19, per l'anno 2020, non è dovuta la prima rata dell'Imposta Municipale Propria (IMU) relativa ai seguenti immobili:

a)immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali efluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali

b)immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO