testata per la stampa della pagina
condividi

Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie, private (3-6 anni)

E' APERTO IL BANDO "BUONI SCUOLA 2019/2020 (SETTEMBRE 2019-GIUGNO 2020)" IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E' IL 15/07/2020

 

BENEFICIARI:
Possono presentare richiesta i genitori o tutori di bambini/e, residenti in Toscana, iscritti presso le Scuole dell'Infanzia private paritarie site nel Comune di Pescia (PT) e con ISEE in corso di validità inferiore a € 30.000,00, calcolata come previsto dal D.P.C.M.159/2013.
FINALITÀ:
Il contributo economico è finalizzato al sostegno delle famiglie quale rimborso parziale del costo sostenuto per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie private per l'anno scolastico 2019/2020.
Si potrà richiedere il rimborso solamente per le rette mensili pagate per l'anno scolastico 2019/2020.
Limiti di reddito e requisiti
Il contributo può essere richiesto per bambini/e in età utile per la frequenza della scuola dell'infanzia paritaria :
- con ISEE, in corso di validità, calcolata come previsto dall'art. 7 del D.P.C.M 159/2013 (per prestazioni sociali agevolate rivolte a minorenni), non superiore a € 30.000,00;
- residenti in un Comune della Toscana;
- iscritti ad una scuola dell'infanzia paritaria privata sita nel Comune di Pescia (PT) per l'anno scolastico 2019/2020.
- che non beneficino di altri rimborsi o sovvenzioni economiche o azioni di supporto dirette e/o indirette erogate allo stesso titolo, di importo tale da superare la spesa complessivamente sostenuta.
Il requisito dell'età limite dei 6 anni non si applica agli alunni certificati ex L. 104/92 che sono regolarmente iscritti alla scuola dell'infanzia.
Il contributo può essere richiesto solamente da uno dei genitori o dal tutore legale.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DA PARTE DEL GENITORE/TUTORE
Il facsimile di domanda, per richiedere il beneficio, è disponibile in calce alla presente pagina, le domande, debitamente compilate, dovranno essere presentate, preferibilmente a mezzo e-mail, all'indirizzo protocollo@comune.pescia.pt.it, oppure tramite pec all'indirizzo comune.pescia@legalmail.it , altrimenti consegnate presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Pescia, entro i termini di scadenza fissati dal presente avviso (chiusura 15/07/2020) con allegati (pena esclusione):
- documento di identità in corso di validità del richiedente;
- idonea documentazione giustificativa dell'avvenuto pagamento della retta alla struttura.
Nella domanda deve essere dichiarato il valore ISEE rilasciato dall'INPS in corso di validità (ISEE 2020/ISEE 2019 come da ultime disposizioni della regione Toscana). Nel caso in cui la richiesta dei genitori/tutori interessati venisse presentata a mezzo di DSU, gli stessi dovranno produrre, pena esclusione, l'attestazione ISEE, entro e non oltre 10 giorni dalla scadenza prevista per la presentazione della domanda, all'ufficio Pubblica istruzione; decorso tale periodo il Comune provvederà all'adozione della determinazione dirigenziale di approvazione della graduatoria definitiva.
ITER
Il Comune predisporrà la graduatoria dei soggetti che hanno presentato domanda per il contributo, stilata in ordine crescente di valore ISEE. A parità di ISEE si terrà conto della data di nascita del bambino, dal più grande al più piccolo. In caso di ulteriore parità si terrà conto della data di arrivo della domanda . Il contributo verrà assegnato agli alunni aventi i requisiti, tramite criteri che saranno stabiliti, con successivo atto, della Giunta Municipale, sulla base di tale graduatoria.
L'erogazione dei contributi avverrà solo dopo la formale assegnazione all'Amministrazione Comunale dei finanziamenti specifici da parte della Regione Toscana.
CONTROLLI
L'Amministrazione Comunale effettuerà controlli a campione sui soggetti risultanti aventi diritto al beneficio e su tutti i componenti del nucleo di appartenenza dei beneficiari.Gli elenchi dei beneficiari degli incentivi saranno inviati al nucleo della Guardia di Finanza competente per la Provincia di Pistoia.

 

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO:
Il rimborso è riconosciuto direttamente alle famiglie dietro presentazione di idonea documentazione.
I documenti necessari all'erogazione del rimborso (documento d'identità del richiedente, copia delle bollette emesse dalla struttura e relativa quietanze di pagamento, eventuale attestazione ISEE) dovranno essere presentati all'ufficio protocollo del Comunedi Pescia, da parte dei richiedenti il buono scuola, contestualmente alla presentazione della domanda, dopo il termine dell'anno scolastico 2019/2020 e comunque NON OLTRE IL 15/07/2020; DOPO TALE DATA (15/07), I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA SARANNO CHIUSI E PERTANTO, NON SARÀ PIÙ ACCETTATA ALCUNA ISTANZA DI RIMBORSO;
Il Comune di Pescia, prima dell'erogazione del rimborso, controllerà le ricevute/fatture emesse dal soggetto gestore la scuola dell'infanzia paritaria privata nei confronti dell'assegnatario del buono scuola e le relative quietanze.
La quietanza di pagamento è verificata positivamente laddove risulti per ciascuna fattura/ricevuta:
- dichiarazione sostitutiva, del gestore della scuola dell'infanzia paritaria, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, in caso di pagamento in contanti;
- estratto conto ovvero singolo movimento contabile ove risulti il pagamento effettuato alla scuola.


NON SONO SOGGETTE A RIMBORSO LE SPESE DI ISCRIZIONE E DI REFEZIONE SCOLASTICA.



Tutte le comunicazioni inerenti il presente avviso saranno pubblicate sul sito del Comune di Pescia (www.comune.pescia.pt.it).
La tempistica dei rimborsi allestrutture sarà determinata dal trasferimento delle risorse da parte della Regione Toscana.

IMPORTANTE: I buoni scuola di cui all'allegato 2 non saranno riconosciuti in caso di assenza e/o irregolarità della documentazione giustificativa che i beneficiari dovranno produrre al Comune di Pescia entro e non oltre il 31/07/2020; Nel caso si registrasse un avanzo rispetto al contributo regionale totale (x es. in caso di non assegnazione buono per irregolarità/non presentazione dei documenti giustificativi ecc..), questi sarà ripartito equamente fra gli aventi diritto (coloro che avranno prodotto, nei termini fissati, ovvero 31/07/2020, la documentazione richiesta dall'avviso comunale).

Per informazioni:

U.O.PUBBLICA ISTRUZIONE
Dott.Masoni Martina
0572-492329

ATTI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO

MODULISTICA

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO